La mobilità sostenibile in Olanda

L'Olanda è nota come il paese dove tutti vanno in bicicletta (in neerlandese fiets) a cominciare dalla Regina. In effetti pedalando per le pianure olandesi si incontrano quantità di ciclisti maggiori che in qualsiasi altro paese. Da segnalare poi all'estremo Nord le isole dei ciclisti Vlieland e Schiermonnikoog.

La rete delle piste ciclabili (in neerlandese fietspad), quasi tutte asfaltate o ben lastricate è molto fitta e ben segnalata. Ho percorso piste ciclabili perfettamente lastricate accanto a strade di campagna malamente sterrate! La bici ha una volta tanto un trattamento migliore dei veicoli a motore!

E Amsterdam è nota come la città più ciclabile del mondo.

Non sono comunque tutte rose e fiori per il ciclista: nel paese dei mulini a vento ... vento e pioggia sono eventi piuttosto frequenti. Le piste ciclabili che corrono accanto a strade trafficate tali in verità non sono essendo aperte anche alle motociclette; spesso ci si trova poi su strette striscie rosse lungo strette strade dove il traffico motorizzato è limitato ma tutt'altro che assente, e per di più incline ad invadere la striscia rossa ...

Insomma gli itinerari ciclabili sembrano ispirati a una filosofia un po' diversa da quella prevalente in Germania e Austria; là il ciclista ha itinerari riservati o a bassissimo traffico, spesso su strade sterrate, a volte in coabitazione con i pedoni, e nell'attraversamento dei paesi viene spesso spedito sui marciapiedi; qui il ciclista pedala quasi sempre sull'asfalto o su un buon fondo lastricato, ma spesso si trova costretto a coabitare con auto e moto.